Chiesa Matrice di Santa Maria Assunta

Indietro
Chiesa Matrice di Santa Maria Assunta

Info

Indirizzo:
Piazza Vittorio Emanuele II, 45-47, 70044 Polignano A Mare BA, Italia
Telefono:
080 4240124
Raccomandato per:
Storia , Giri turistici , Centri storici
Categorie del bene:
Chiese , Luogo di culto
Orari di apertura:
sempre aperto al pubblico
Altre info sugli orari:
segue orari di culto

Mobilità

Multimedia

Virtual tour

Video

Descrizione

Uso attuale:
luogo di culto
Costi di accesso:
gratuito
Datazione:
XII-XVIII secolo

La sobrietà della facciata romanica della chiesa matrice domina piazza Vittorio Emanuele. Sobrietà, per così dire, "tradita", a ridosso del portale, dalle ricche decorazioni che risalgono al 1628. Nelle due nicchie laterali della facciata trovano posto le statue di Sant'Antonio da Padova e San Marco. È possibile notare sull'architrave un'edicola contenente un bassorilievo che rappresenta la Vergine nella mandorla, assunta in cielo, sopra il timpano con l'Eterno Padre benedicente. Il campanile è stato costruito in più fasi, dal 1503 al 1664, su tre ordini, ognuno con aperture diverse, dalle feritoie alle monofore fino alle finestre della cella campanaria, dove alloggiano le campane. L'interno è a tre navate. La navata centrale è dominata dall'altare maggiore, posto sul presbiterio rialzato e delimitato da una balaustra in marmo, costruita nel Settecento. Dietro, vi è l'imponente coro in legno realizzato fra il 1611 e il 1773 con effetti dorati e figure di santi, destinata ai prelati, alti dignitari ecclesiastici e alla Schola Cantorum. Sull'altare maggiore sopraelevato, è scenografico il Cappellone del martire San Vito, patrono della città, con le reliquie del santo. Ai lati del presbiterio è possibile scorgere le cappelle del Santissimo Sacramento e del Rosario. Degna di nota la cappella del Presepe al cui interno si ammira il gruppo scultoreo cinquecentesco del Presepe, eseguito da Stefano da Putignano e dichiarato monumento nazionale. Allo stesso artista si attribuiscono le altre opere di rilievo nella chiesa: la Pietà, la Madonna con Bambino e la statua di San Vito martire. Tra i numerosi dipinti presenti il più importante è il polittico di Bartolomeo Vivarini, datato 1445, prima collocato sull'altare maggiore, oggi in sacrestia. Alcuni dipinti sono inglobati nel soffitto ligneo, decorato con la tecnica della quadratura e realizzato nel 1720.

Recensioni

Media

Condividi